giovedì 31 marzo 2011

Montatura Per Il Cefalo: Canna Fissa

Dopo aver parlato in molti post della pesca al cefalo, dalla scelta delle canne ai galleggianti ecc., voglio ora scrivere questo articolo sulla pesca al cefalo quella "classica", cioè con la canna fissa dal porto.
Nei porti, molte volte effettuando una pasturazione mirata riusciremo a portarci i cefali a "portata di canna". Quando si verrà a creare questa situazione, la canna fissa è sicuramente quella che ci darà i risultati migliori grazie alla sua azione più diretta, adatta appunto per le difficili tocche del cefalo.
La montatura da fare sarà semplicissima, ma per risultare efficace dovrà essere tarata alla perfezione. Al vertice della canna fissa monteremo un buon filo dello 0,18 e un galleggiante di forma affusolata (per favorire l'affondamento) da 2,5 grammi (ma anche di grammatura inferiore). A circa 70 cm dall'amo monteremo una torpille di 2 grammi scorrevole, bloccata da un pallino numero 5. Dopo a scalare altri due o tre pallini fino a 20 - 30 cm dall'amo. Questi ultimi 20 - 30 cm di termionale saranno di diametro 0,14, che legheremo alla lenza madre preferibilmente senza girellina. Tutta la montatura dovrà avere una lunghezza complessiva di 30/40 centimetri inferiore alla lunghezza della canna.
Come esca useremo l'apposita pastella da cefali o il bigattino, che, una volta sondato il fondale, posizioneremo a pochi centimetri da esso.




Nessun commento: